Storie di emozioni: quando il matrimonio è puro divertimento

Un flusso di pensieri dopo la consegna della partecipazione di nozze agli amici di tutta la vita!



“Ma che, davvero?” Nicola ha esordito così dopo che io e Anna abbiamo consegnato a lui e Simona la nostra partecipazione di nozze. Al vedere la grafica è rimasto sbalordito. Non smetteva più di ridere. Devo dire che Alessandra e Daniele di Partecipazioni Chantilly hanno fatto davvero un ottimo lavoro, ricreando le nostre personalità su un piccolo pezzo di carta come l’invito al matrimonio.

Io sono ormai un uomo di 30 anni sempre in movimento. Amante di ogni sport individuale. Riservato, introverso e alcune volte anche un po’ scontroso. Sono il tipico solitario. Quello che quando decide di fare qualcosa non interpella nessuno e corre dritto come un treno, fino alla meta. Anna è invece sempre solare, estremamente logorroica e tremendamente affascinante con quei suoi occhiali squadrati che le danno un’aria così intellettuale.


Ci siamo conosciuti tra i banchi di scuola, in 3b, e nonostante le nostre vite fossero già allora diverse non ci siamo più lasciati. Il periodo più difficile è stato quando è andata all’università. Ci vedevamo solo nei weekend ed era complesso far combaciare tutto, ma ce l’abbiamo fatta. Ormai conviviamo da 3 anni ed era giunta l’ora che facessimo un passo in più. D’altronde lei è la mia roccia, la spalla su cui posso appoggiarmi ogni volta che mi sento crollare. Siamo diversi in tutto, ma nei sentimenti no. In quelli ci rispecchiamo.


Nicola e Simona ci conoscono da tutta la vita e devo dire che sono i primi che hanno creduto che le nostre differenze potessero essere scogli superabili. Quindi sono stati anche i primi, insieme alle nostre famiglie, a ricevere la partecipazione di nozze.


Un invito di matrimonio che racconta tutta la personalità degli sposi


Sull’invito di nozze abbiamo deciso di raccontare i nostri caratteri contrastanti: da un lato c’è lei, positiva ed estroversa, dall’altra ci sono io, sempre pronto a lanciarmi in un nuovo sport e con l’eterna voglia di partire per un viaggio. Appena Simona ha aperto la busta si è sentita una risata talmente acuta che credo si sia stata udita da tutto il condominio. Nicola continuava a ripete “No, ma siete proprio voi questi due” “Ma davvero?” ad alternare le sue frasi c’erano quelle di Simona con “Fantastici!”, “Che invito top che avete fatto”, “Vengo al matrimonio solo per la partecipazione”. Insomma non so se erano più entusiasti di come Alessandra e Daniele di Partecipazioni Chantilly hanno gestito il lavoro o del fatto che davvero io e Anna ci sposiamo.


Conoscendo i nostri due amici non ci saremmo mai aspettati lacrime e abbracci calorosi, ma sicuramente la loro reazione è stata di pura follia. Credo una delle migliori tra quelle di tutti gli invitati.


Forse condividere con chi ami ogni momento significa proprio questo: stupirsi delle piccole cose e gioire di ciò che accade. Specialmente se quello che sta per succedere è l’unione di due amici d’infanzia. Il giorno del matrimonio ci sarà da divertirsi e non vedo l’ora di immortalare altri momenti esilaranti come quello della consegna del nostro invito di nozze.